Comunicato ai soci

Bergamo 8 Marzo 2020

Cari Soci ,

la nostra associazione , nel pieno rispetto del decreto firmato nella scorsa notte dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, è ferma, non può fare nulla perché l’attività di cui normalmente ci si occupa è sospesa o ridotta ai minimi termini dalle direttive regionali e nazionali e la nostra sede, è chiusa ufficialmente sino a data da stabilire.

Nel comunicarvi che tutte le iniziative nel calendario, sono sospese e saranno aggiornate in base all’andamento della pandemia, vogliamo però lanciarvi un messaggio.

C’è ben altro da fare in questo momento e quindi , come Presidente di A.Ri.Bi e nel pieno spirito di servizio che da sempre anima coloro che fanno parte del nostro sodalizio, sono a chiedere a coloro che hanno un’età al di sotto dei 65 anni e che godono di buona salute, tempo permettendo, di rendersi disponibili a dare una mano in altri ambiti.

Facciamo vedere che il volontariato e l’associazionismo sono con il cuore vicino a tutti coloro che necessitano di sostegno.

Ciascuno di voi sa come fare: basta una telefonata o chiedere se c’è bisogno di aiuto, anche al proprio vicino di casa che magari per ragioni anagrafiche o per ragioni mediche, sta rischiando moltissimo ed è invitato a stare a casa per prevenire il contagio.

Rendersi disponibili per fare la spesa, per evitare a queste persone di uscire, è un grande contributo.

Aderire agli appelli dei Sindaci, fra cui il Sindaco della città di Bergamo Dr. Giorgio Gori, che hanno chiesto ai giovani di dare la disponibilità per la consegna del pasti a domicilio, dei farmaci, delle spese agli anziani, è un grande segno di collaborazione e altruismo perché ciò che anima il volontario è l’attenzione al prossimo, a chi ha bisogno di aiuto, senza dimenticare quelle realtà del terzo settore che in questo momento sono in prima linea, accanto a chi è nel pieno dell’emergenza Covid-19 in ambito sanitario.

Proprio a questi ultimi esprimiamo un grandissimo ringraziamento, a tutto il personale impegnato in modo estenuante nei reparti ospedalieri che vengono allestiti anche d’urgenza, alle forze dell’ordine impegnate a presidiare le zone di maggior rischio contagio e andare indicazioni di sicurezza alla popolazione.

Con la speranza di trovarvi tutti in buona salute, vi mando un caro saluto a nome mio e del Consiglio Direttivo che sta lavorando comunque ai progetti in modalità smartworking (lavoro da casa)e che la prossima settimana si riunirà in modalità Hangouts ( videoconferenza) proprio nel rispetto delle indicazioni del Dpcm in vigore da oggi.
Tutto questo per essere pronti ad una ripresa rapida e serena.

Presidente Claudia Ratti
Tutto il Consiglio Direttivo, Revisori e Probiviri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA
Change the CAPTCHA code