Alle sorgenti del fiume Tormo

Escursione nella campagna della Gera d’Adda a cavallo tra la provincia di Bergamo e quella di Cremona.

Da Treviglio si prende la via del Bosco e si prosegue fino a raggiungere Casirate d’Adda. Si entra in paese e si prende la pista ciclabile per Arzago d’Adda. Al termine della ciclabile si prosegue su via Papa Giovanni fino a giungere alla rotonda sulla Rivoltana. Attraversare con attenzione alla rotonda e proseguire per 300 metri fino al cartello giallo che indica l’ingresso del motel. Dietro il cartello si trovano le risorgive da cui nasce il fiume Tormo, che incontreremo nuovamente lungo il percorso a Pandino e ad Agnadello.

A questo punto si torna indietro di un centinaio di metri, prendendo il sentiero sterrato che si stacca sulla sinistra. Si scavalca la SS 142 e, al termine della discesa si svolta a sinistra, sempre su sentieri sterrati. Al successivo incrocio si svolta sullo sterrato sulla destra e si prosegue dritti per 1 km. Fare attenzione agli ultimi 500 metri fatti al fianco della roggia Vailata, in quanto il tracciato è appena accennato. Al termine del sentiero si svolta a sinistra sulla strada asfaltata e si prosegue dritti fino ad entrare a Rivolta d’Adda, dove meritano una visita la basilica romanica (secoli XI-XII) di Santa Maria e San Sigismondo e il palazzo Stampa del secolo XVIII.

Si esce da piazza Vittorio Emanuele II su via Cereda e al semaforo si prosegue dritti sulla SP1 per poco meno di 2 km. Qui la strada piega e si prende la strada asfaltata sulla sinistra (indicazioni per diverse cascine) fino alla chiesetta campestre nota come Oratorio del Paladino. Superatala la strada diventa sterrata. Si prosegue dritti per 2 km circa e, all’incrocio, si svolta a sinistra, fino a giungere a Gradella, che merita una visita, essendo all’interno del circuito dei Borghi più belli d’Italia.

Da Gradella si scende poi a Nosadello e qui si svolta a sinistra immettendosi nella ciclabile che, in 2 km, ci porta a Pandino. A Pandino si entra in centro dove suggeriamo la visita del castello Visconteo. Si prosegue poi dritti per via Castello e, attraversata la circonvallazione, si procede tranquilli nella campagna, passando per Cascine Gandini e poi per Cascine Capri. Usciti dall’abitato si prende via Torlino e, al termine di questa, si volta a sinistra fino a giungere a Torlino Vimercati.

All’ingresso del paese si tiene la sinistra in via Cascina (indicazioni per Agnadello) e si prosegue per circa 4 km fino a giungere ad Agnadello.

Superata la chiesa di San Bernardino si svolta a destra e si prosegue dritti, attraversando il paese lungo via Dante e uscendo da via Vailate. Dopo 200 metri si svolta a sinistra sulla SP 75 che conduce, nella campagna, alla tranquilla località di Sant’Antonio. Appena passato l’abitato si tiene la destra e si prosegue lungo la strada che diviene sterrata e prosegue fino ad incrociare la SP 2, entrando così in Vailate. Si attraversa il paese e si prosegue sempre dritti, passando da via delle Bonome e via Martiri della Libertà, fino a giungere a Misano Gera d’Adda.Qui alla rotonda si gira a sinistra , dopo qualche centinaio di metri si entra sul percorso ciclopedonale che si stacca sulla sinistra, e si prosegue dritti sottopassando la SS Rivoltana ed arrivando a Calvenzano.Si attraversa il centro e si rientra a Treviglio per la pista ciclabile per Treviglio e per la Linea 2 della Bicipolitana.

Parco del Tormo

Gradella

Icons made by Freepik from www.flaticon.com Treviglio: Piazza Manara
Treviglio: Piazza Manara
DISTANZA : km 51 (80% asfalto; 20% sterrato)
DISLIVELLO: 160 metri
Traccia disponibile su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA
Change the CAPTCHA code